Lago di Fimon

il

Questa settimana abbiamo ti raccontiamo di una mini gita fatta di sabato, in un luogo piuttosto vicino a casa nostra, ma che ci ha fatto sentire da tutt’altra parte. Siamo andati al Lago di Fimon, ad Arcugnano (VI).

Per questa avventura non siamo soli, ma ci ha accompagnati anche il terzo componente della famiglia: il nostro cagnolone, Grano. IMG_0860.jpg Anzi, è soprattutto per lui che abbiamo deciso di passare questo pomeriggio in natura.

Il Lago di Fimon è una piccola chicca immersa nei Colli Berici, situata una decina di chilometri a sud della città di Vicenza. Si tratta di un lago piuttosto piccolo, per questo è possibile vederlo comodamente in una mezza giornata da ogni suo lato.

Dopo aver parcheggiato (a nord e a ovest si trovano tutti parcheggi gratuiti e spaziosi), trovi subito di fronte a te il lago, con una baita in stile montagna, che si affaccia direttamente sullo specchio d’acqua, molto caratteristica e carina, che dà l’aria di essere in Germania. Trattandosi di un luogo piccolo, non troppo adatto a navigazione con grossi mezzi, la natura è rimasta pressoché inalterata, così come la fauna caratteristica è molto presente: cigni, anatre, oche e altri volatili lo popolano dappertutto.

Da questo parcheggio cominciamo la passeggiata pedonale lungo il circuito ad anello che seguirà tutto il perimetro del lago, che più avanti diventa una strada sterrata facile da percorrere e adatta a tutti. Durante il percorso troverai ad un certo punto un pontile in legno: il luogo perfetto per una panoramica completa del lago e un qualche fotografia da cartolina, anche di gruppo!

IMG_0854
Bellissima panoramica del Lago di Fimon, ai piedi dei Colli Berici

Proseguendo trovi comunque altri scorci per fare delle super foto, specialmente nei poli nord e sud. Questo che segue, per esempio, è stato fatto dal versante est:

Tempo un paio d’ore il giro sarebbe anche finito, ma noi abbiamo voluto fare con molta più calma per goderci a pieno il panorama, anche perché Grano quando vede l’acqua è pronto a lanciarsi, soprattutto quando ha la pettorina rossa e si immedesima in un bagnino di Baywatch, come ha fatto qui:

Prima che il sole si nasconda dietro i colli, torniamo alla macchina, stanchi ma contenti per la scampagnata di famiglia.

Un’avventura diversa dalle solite grandi città, dove il rumore dei motori e della folla è sostituito dalla pace di un paradiso quasi incontaminato.

Se ti è piaciuto il nostro racconto, condividilo con qualche tuo amico, parente o conoscente. Se non ti è piaciuto, aiutaci a migliorarlo con dei consigli, puoi trovare i nostri recapiti alla pagina contatti. Grazie!

Yle e Davide (e Grano)

 

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...