Sicilian Summer 1/3

Per le prossime tre puntate voglio tornare indietro nel tempo, fino all’estate 2016. La mia sete di viaggio mi ha portato in Sicilia, nella Val di Noto, e tra questa settimana, la prossima e la successiva ti racconterò con calma questa grande avventura. Nel riepilogo viaggi ho voluto classificarlo come viaggio a Modica, città in cui ho pernottato, ma come leggerai ho toccato 4 province diverse e molte piccole cittadine e villaggi, dedicandomi sia al mare, sia alla cultura. Ho scelto di spezzare in tre il racconto perché i segreti e le bellezze di questo angolo di Terra meritano di essere approfonditi al meglio, ma tranquillo non sarò pesante 😉.

Giorno 1

Partenza da Venezia, arrivo a Catania nel pomeriggio. Tempo di recuperare la macchina, percorro l’autostrada fino a Noto (fino ad allora era gratuita) e arrivo a Modica verso le 17:30-18:00. L’alloggio è una casa fuori città, chiamata Villa Rosa. Il proprietario Gianni è molto disponibile e ti farà sentire comodamente a casa!

La prima sera la passo in città a Modica per ambientarmi visto l’orario. È una città collinare e alla sera inizia lo spettacolo: le luci accese dei lampioni e delle case la fanno assomigliare ad un presepe!

5610680651_6bc705652c_b
Panoramica di Modica (foto dal web)

Ai piedi della città uno dei simboli di Modica: la chiesa di San Pietro, nell’inconfondibile stile barocco che caratterizza tutta la zona. Di fronte un must della pasticceria siciliana: il dolce più famoso dell’Isola è sicuramente il cannolo. Davanti a San Pietro si trova l’Antica Dolceria Bonajuto, la più antica di Sicilia,che produce cannoli semplicemente divini 2016-08-10 22.04.31 e di ogni gusto! Non resterai deluso neanche del Cioccolato di Modica, io la amo e proprio da Bonajuto ho preso qualcosa come 10-12 barrette! Chiudo la serata con un giro al museo del cioccolato. Per chi non lo sapesse, il Cioccolato di Modica P.A.T. è una specialità della zona, ma facilmente acquistabile anche nei supermercati del nord Italia, i cui ingredienti vengono lavorati “a freddo”. Ciò fa in modo che lo zucchero non si sciolga del tutto e il cioccolato risulti croccante sotto i denti. Libidine!

Giorno 2

Il secondo giorno, il primo vero giorno in Sicilia, lo dedico naturalmente al mare. Altro che il verde dell’Adriatico, qui il mare è di un azzurro pazzesco!

La prima spiaggia che scelgo è quella di Calamosche, a circa un’ora dalla villa. La spiaggia è molto caratteristica: uno sprazzo di sabbia in mezzo alle rocce, il tutto raggiungibile dopo una lunga camminata sotto il sole attraverso l’Oasi di Vendicari. Il parcheggio, infatti,  è piuttosto distante dalla spiaggia ed essendo molto famosa è sempre parecchio affollata, perciò devi avere pazienza e amare la “compagnia” 😊. Un’altra spiaggia molto bella, anche se il mare era molto mosso e sporco, è la spiaggia di San Lorenzo, a sud dell’Oasi.

Nel pomeriggio, invece, mi sposto più a sud, alla scoperta di Marzamemi. Si tratta di un bellissimo e caratteristico borgo marinaro, fatto di casette in pietra e dedito alla pesca. Molto famosa è la sua tonnara e i prodotti a base di tonno, come bottarga, ventresca, mosciame e filetti, sembrano piovere dal cielo!

Il centro paese non è grande: lo percorre un’unica strada, sulla quale ci sono decine di ristoranti e negozietti stracolmi di prodotti ittici, pomodori (Pachino IGP, mica scherzi!?), cioccolato modicano, vini siciliani e moltissimi souvenir. Il negozio più spettacolare (con annesso ristorante) è senza dubbio Campisi.

Immagine
Ingresso del negozio Campisi a Marzamemi

Un capannone pieno di prodotti culinari tipici di questo angolo di paradiso, da quelli freschi allo scatolame. Sono rimasto lì dentro sì e no un’ora! Se non hai possibilità di andare a Marzamemi, puoi trovare i prodotti Campisi anche da Eataly oppure nel loro sito.

Nella piazza centrale di Marzamemi ci sono moltissimi bar e ristoranti, dove puoi cenare o anche solo prendere un aperitivo, accompagnato da fantastici piattini di mare in stile tapas. 2016-08-09 18.33.09-2Tra questi ristoranti ce n’è uno con annesso negozietto super carino, non solo di cibo, ma prodotti naturali per la cura del corpo e mille oggetti particolarissimi dallo stile unico. Clicca sul link per scoprire Liccamùciula! Io ho stuzzicato l’appetito con questi piattini fantastici, peccato si tratti di una fotografia, perché i profumi e sapori erano assolutamente da condividere!

I primi due giorni nella Val di Noto (e non solo) terminano qui, mentre torno a Modica per le strade sperdute tra le colline. Non perderti la “seconda puntata”, martedì prossimo (è festa quindi hai tempo per leggerla 😛).

Se ti è piaciuto il mio racconto, condividilo con qualche tuo amico, parente o conoscente. Se non ti è piaciuto, aiutami a migliorarlo con dei consigli, puoi trovare i miei recapiti alla pagina contatti. Grazie!

Davide ✈

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giovanni Augello ha detto:

    Grazie per questo interessante articolo che mette in risalto alcune bellezze che caratterizzano la terra dove sono nato e cresciuto 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Yle e Davide ha detto:

      La Sicilia si vende da sola, è una meraviglia unica! Non perderti stasera il terzo e ultimo articolo!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...